Messico, Dia de Muertos: il cimitero di Tzintzuntzan
, updated:

Messico, Dia de Muertos: il cimitero di Tzintzuntzan

Benvenuti, nell’articolo qui sotto vi parlo della visita del cimitero di Tzintzuntzan avvenuta nel corso del viaggio “Messico Centrale” effettuato con Avventure nel Mondo nei mesi di ottobre e novembre 2022.

Tzintzuntzan è una cittadina situata nel nord dello stato di Michoacán, prospiciente la sponda nord-orientale del lago Pátzcuaro , a 53 km dalla capitale Morelia ed a 17,5 km dalla città di Pátzcuaro. E’ stato uno dei luoghi nei quali abbiamo deciso di visitarne il cimitero durante il nostro viaggio in Messico nel periodo del giorno dei morti.

In Messico tra il 28 ottobre e il 2 novembre le città e i villaggi vengono addobbati con rettangoli di carta con motivi decorativi ritagliati al loro interno, i papel picado, e si organizzano sfilate ed eventi. I cimiteri si tingono dei colori giallo e arancione del cempasúchil, il fiore tipico della festa che assomiglia al crisantemo, e le strade si riempiono di bancarelle. Le famiglie si riuniscono presso le tombe dei loro cari, le circondano con altari chiamati altares de los muertos, e li decorano con candele e offerte del cibo di cui i loro cari erano ghiotti quando erano ancora in vita, frutta, dolci, qualche volta sigari e bottiglie di tequila, oppure oggetti particolarmente amati. Tutto questo viene fatto per commemorare i familiari e le persone care che non ci sono più e celebrare la bellezza della vita. Le candele e il cempasúchil, secondo la tradizione, indicano alle anime dei defunti la strada di casa. Nei cimiteri in questi giorni c’è un’atmosfera unica.

Chi ha visto il classico di animazione “Coco”, programmando un viaggio in Messico in questo periodo, ha la possibilità di rivivere lo stesso legame con i defunti e valore della memoria visti nel film e lo stesso forte concetto di famiglia. All’interno delle case i proprietari sovente permettono l’accesso all’ofrenda (una sorta di altare dove vengono esposte foto e oggetti dei propri cari), rappresentazione della volontà del recupero con l’aiuto del ricordo, della memoria di qualcuno che non è più tra noi ma il cui spirito aleggia ancora, soprattutto in questi giorni, in un trait d’union tra vita e morte.

Gli addobbi di questa tomba ci hanno incuriositi attirando la nostra attenzione e allora ci siamo avvicinati. Il nostro interesse ha fatto nascere una conversazione con i familiari che vegliavano nei pressi e che, dopo averci offerto della frutta, ci hanno raccontato della passione del loro caro per il ciclismo.

Il culto dei morti, il senso e il mistero della morte, sono vissuti e interpretati dai messicani in questo periodo mediante comportamenti e manifestazioni, come la consuetudine di mangiare di notte tutti insieme, familiari e amici, presso le tombe dei defunti, che possono sorprendere. Ma attraverso questi atteggiamenti qui aleggia un’atmosfera serena quasi allegra che diventa magica quando nella notte vengono accesi i lumini e le candele che guidano il ritorno dei propri cari.

Ho pubblicato altri articoli sul viaggio “Messico Centrale”: Messico: le tradizioni durante il “Día de Muertos”

Rispondi

YouTube
YouTube
Instagram
error: Content is protected !!
↑ Up