Botswana, il Delta dell’ Okavango
, updated:

Botswana, il Delta dell’ Okavango

Benvenuti, nell’articolo qui sotto vi parlo della pianura alluvionale ai bordi del Kalahari formata dal delta dell’Okavango in Botswana.

Qui sotto l’articolo pubblicato su Adobe Spark per la condivisione: https://spark.adobe.com/page/LSUVqqzoCiWek/

Botswana, il Delta dell'Okavango

Le sorgenti si trovano sulle alture occidentali dell’Angola (presso Huambo) e con l’immissione di numerosi affluenti formano il fiume Cubango. Nel suo percorso in Namibia prende il nome di Kavango e in Botswana diventa Okavango. Qui, dopo aver percorso 1600 km., con il suo delta dà vita ad uno dei più estesi sistemi idrici interni del mondo.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Botswana, il Delta dell’Okavango

Il Delta dell’Okavango, è il secondo delta fluviale interno più grande del mondo dopo quello del Niger e rappresenta uno degli ecosistemi più insoliti del pianeta, un ambiente straordinario ricco di flora e fauna. L’assenza di attività agricole e industriali lungo il suo corso consente all’acqua del fiume di arrivare pura al delta che si contrae e si espande secondo il ritmo stagionale delle piogge. A marzo e ad aprile, le piogge in Angola iniziano a ingrossare il fiume, in seguito col passare dei mesi, le piogge tendono a spostarsi verso ovest, seguendo il corso del fiume e a partire da giugno il delta inizia a guadagnare 3 km al giorno. A luglio invece l’acqua comincia ad evaporare e di conseguenza la piena regredisce. Col movimento delle acque all’interno del Delta si muovono anche gli animali che rimangono sempre entro i nuovi bordi alluvionali. E’ giustamente considerato uno dei santuari della natura africani.

Il delta dell’Okavango è sicuramente un posto unico al mondo, protetto e controllato attentamente, come tutto il territorio del Botswana, grande merito alla lungimiranza dei governanti che hanno puntato molto sulla conservazione. La sua peculiarità è quella di un fiume maestoso che invece di arrivare al mare scompare nel deserto del Kalahari formando una pianura alluvionale di 15.000 km², disegnando una complessa e mutevole griglia di canali, lagune e isole.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Botswana, il Delta dell’Okavango: mokoro

Il mokoro è una bassa canoa tradizionale ricavata da un tronco di sicomoro o di kigelia (l’albero delle salsicce). Recentemente si è iniziato a costruire i mokoro utilizzando la fibra di vetro, spinti dalla sensibilità verso la salvaguardia dell’ambiente e al fine di non ridurre ulteriormente il numero di esemplari di età avanzata tenendo conto che gli alberi di sicomoro e di kigelia impiegano decine di anni a crescere.

Queste imbarcazioni sembrano molto precarie ma in realtà sono stabili e ottime per navigare tra la vegetazione del delta, hanno posto per due passeggeri e per un rematore che sta in piedi e spinge la barca con una lunga pertica.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Botswana, il Delta dell’Okavango: la partenza per il campo tendato

Da consigliare assolutamente il viaggio in tenda per poter vivere pienamente quest’esperienza, possibilmente con una permanenza come la nostra di almeno tre giorni, per poter apprezzare le sensazioni che vengono offerte dalle attività lente e senza tempo che qui si svolgono. L’esperienza del campo tendato è bella e selvaggia, il nostro non era un campo fisso ed era veramente spartano ma i rumori, gli odori, i colori che si sono colti con questo tipo di soggiorno sono stati indimenticabili.

Di notte, in tenda, capita di sentire i richiami degli ippopotami che entrano ed escono dall’acqua e gli altri rumori della savana incontaminata. Di giorno, essendo pochissimi i campi tendati, non si incontrano altri visitatori. La cosa che colpisce di più del Delta dell’Okavango è sicuramente il suo aspetto selvaggio e incontaminato, il turista che ha già fatto altre esperienze nei parchi africani si rende conto dell’unicità del posto.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Botswana, il Delta dell’Okavango: il nostro soggiorno

Durante il nostro soggiorno nel delta ci siamo sempre spostati in mokoro, un’imbarcazione che riesce ad introdursi agevolmente nei meandri del fiume scivolando sull’acqua. La difficoltà più grande è stato forse trasportare con queste esili canoe tutto l’occorrente, riserva di acqua compresa, sino al sito individuato dalle guide dove montare il campo tendato. Abbiamo montato noi le tende, è stata approntata una tenda toilette ed in cucina si sono cimentati alcuni partecipanti con l’aiuto della guida. Di sera si mangiava attorno al fuoco con l’ausilio della lampada frontale (è opportuno portare un repellente potente contro le zanzare). I campi non sono recintati e non è insolito che specie di notte animali selvatici si aggirino fra le tende. In questi casi la guida si è spesso raccomandata di rispettare le regole di sicurezza e ci ha ricordato che eravamo perfettamente al sicuro nella nostra tenda.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Botswana, il Delta dell’Okavango: le nostre attività

Qui è l’acqua non la savana bruciata dal sole il centro delle attività. Nelle nostre escursioni in mokoro e nei walking safari abbiamo visto tanti animali ma mai in grosse concentrazioni.

Il Delta dell’Okavango differisce da tutti i paesaggi africani che avevo visto ed è uno scenario insolito per i safari. Così circondati dall’acqua è un’Africa che non ti aspetti, le sue acque punteggiate di fiori, di papiri e ninfee che galleggiano sulla superficie, i tantissimi uccelli che la popolano, gli innumerevoli ippopotami e gli altri animali, elefanti, giraffe, zebre che vi si aggirano rendono uno spettacolo unico e indimenticabile. Per gli amanti della natura è un luogo assolutamente da non perdere.

Il secondo giorno abbiamo fatto un walking safari con partenza all’alba nel quale si è camminato per 4-5 ore seguendo le tracce degli animali ed incontrando giraffe, zebre, elefanti, antilopi e gazzelle, con le guide sempre attentissime e pronte a cogliere qualsiasi segnale di pericolo.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

I nostri tre giorni nel Delta dell’Okavango sono passati troppo velocemente. I game drive in mokoro, le passeggiate a piedi, gli animali e la spettacolarità del tramonto ci hanno offerto emozioni indimenticabili. Ci dispiace un po’ lasciare questo paradiso ma il viaggio deve proseguire.

Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango
Botswana, il Delta dell' Okavango

Ho pubblicato altri articoli sul mio viaggio in Botswana del settembre 2013: Botswana: Chobe National Park, elefanti al tramonto.

Rispondi

Ciao Fabry! bellissimo! le giraffe e le zebre sono due capolavori della natura. Come dimenticare i tramonti? e le ninfee? bellissimo viaggio, da fare!

è un viaggio bellissimo: i tuoi scatti sono favolosi. Non ho avuto la possibilità di fare un simile viaggio. Mi hai fatto sognare, sopratutto i tramonti. Mandami sempre le tue relazioni.

Sei un GRANDE Ciao Fabrizio Bellissimi i tuoi viaggi e i servizi fotografici
P.S. al momento ho visitato 64 paesi al mondo, salito sul Kili e fatto trekking in Perù e Nepal ecc. ecc. superando spesso i 5000 Mt. oltre a tanti pellegrinaggi a piedi anche di 1000 Km.

sei bravissimo con la macchina fotografica, tanto da chiedermi se sei un fotografo professionista?

No Ornella, anche in questo momento sto seguendo un corso di fotografia e spero prima della fine dell’anno ci siano le condizioni per poter fare un paio di workshop con un fotografo professionista, è solo passione ed ho ancora tanto da imparare.

YouTube
Instagram
↑ Up